MANUALE DI ANTROPOMETRIA

Capitolo 7

MORFOMETRIA  DELLA TESTA

Parleremo ora delle misurazioni, degli indici e delle osservazioni maggiormente utili alla classificazione. Cominceremo dalla testa e dal cranio poiché in questa regione del corpo si trovano in genere le variazioni ereditate più caratteristiche.  Lo scheletro della testa può dividersi in tre parti principali: Cranio, Faccia, Mandibola.  Il cranio e la faccia possono dividersi ulteriormente in quanto il cranio è composto di otto ossa e la faccia di quattordici. Tutte queste ossa sono saldamente unite tra di loro mediante giunture immobili dette suture. La mascella inferiore (osso singolo) è attaccata da una giuntura mobile.

 

 a) il cranio o volta cranica  

b) la faccia c) la mascella inferiore o mandibola  

 

Le misurazioni e osservazioni più comuni che si compiono sul cranio sono le seguenti: 

1) capacità;  2) lunghezza e larghezza;  3) altezza;  4) inclinazione e ampiezza  della fronte;  5) spessore delle ossa;  6) dimensione dei margini sopraorbitali; 7) posizione del foramen magnum (foro occipitale) alla base del cranio.

 In tutti questi elementi si notano variazioni notevoli nell'intera famiglia degli ominidi, considerata in tutto il suo insieme. Negli uomini moderni, viceversa, per individuare le variazioni sono significativi solo il rapporto tra la larghezza e la lunghezza del cranio (indice cefalico) tra l'altezza del cranio, e la dimensione dei margini sopraorbitali.  

 

Capacità cranica

Le misurazioni dirette, ovviamente, si possono prendere solo sullo scheletro. E' utile soprattutto per distinguere alcune forme preistoriche molto primitive, alcune delle quali presentano capacità cranica notevolmente bassa. Altre forme preistoriche hanno teste grandi quanto quelle dell'uomo moderno, se non più grandi (in termini di capacità). La capacità cranica media nei maschi moderni è di circa 1.450 cm3, mentre nelle femmine è inferiore di circa 150 cm3, i valori medi per i vari gruppi razziali variano da 1.000 a 1.500 cm3. Individui della stessa popolazione presentano variazioni anche in ragione di un terzo della media valida per quel gruppo; le variazioni si possono talvolta riferire alla statura e alla costituzione di tutto il corpo.

Classificazione

maschio

femmina

Oligoencelafia

< 1300

< 1150

Euencefalia

1300 - 1450

1150 - 1300

Aristencefalia

> 1450

> 1300

Tab.1 - CLASSIFICAZIONE CAPACITA' CRANICA (SARASIN)


Indice cefalico

L’indice cefalico è il rapporto tra la larghezza del cranio (data dalla distanza tra i due "eurion") e la sua lunghezza (data dalla distanza glabella-opistocranion) espresso in percento. Un indice cefalico 75 indica, per esempio, che la larghezza del cranio è pari al 75 per cento della lunghezza. L'indice cefalico varia in funzione dell'età (il neonato ha indice superiore di una o due unità a quello dell'adulto), del sesso (la donna ha un indice superiore a quello dell'uomo), del tipo costituzionale (i brevilinei hanno indice cefalico superiore ai longilinei), della razza (i negri sono dolicocefali, i mongoli brachicefali, gli europei di razza alpina baltica  e adriatica sono brachicefali, quelli di razza nordica e mediterranea sono brachicefali). In Italia al Nord predomina la brachicefalia al Sud e nelle grandi isole la dolicocefalia. In base ai valori dell'indice cefalico gli individui vengono raggruppati in sei classi.

 

Classe

Uomo Donna
Iperdolicocefalia valore inferiore a

 70,9

 71,9

Dolicocefali valore compreso 

tra 71 e 75,9 

tra 72 e 76,9

Mesocefali valore compreso

 tra 76 e 80,9

tra 77 e 81,9

Brachicefali valore compreso 

tra 81 e 85,4

tra 82 e 86,4

Iperbrachicefalia valore compreso  

 tra 85,5 e 90,9

 86,5 e 91,9

Ultrabrachicefalia valore superiore a

91

 92

Tab. 2 - CLASSIFICAZIONE INDICE CEFALICO


Indice vertico-trasversale

L’indice vertico-trasversale esprime il rapporto in percentuale tra l'altezza auricolare della testa e la larghezza della testa (Indice vertico-trasversale= altezza auricolare x 100/larghezza). In base ai valori dell'indice vertico-trasversale gli individui vengono raggruppati in tre classi (vedi tabella sottostante).
 

Classe

Valori

Tapeinocefalia valore inferiore a  79
Metriocefalia valore compreso tra 79 e 84,9 
Acrocefalia valore superiore a 85 

Tab. 3 - CLASSIFICAZIONE INDICE VERTICO-TRASVERSALE


Indice vertico-longitudinale

L’indice vertico-longitudinale esprime il rapporto in percentuale tra l'altezza auricolare della testa e la lunghezza della testa.  In base ai valori dell'indice vertico-longitudinale gli individui vengono raggruppati in tre classi (vedi tabella sottostante).

 

Classe

Valori

Camecefalia valore inferiore a  58
Ortocefalia valore compreso tra 58 e 62,9 
Ipsicefalia valore superiore a 63 

Tab. 4 - CLASSIFICAZIONE INDICE VERTICO-LONGITUDINALE


Indice facciale totale

L’indice facciale totale esprime il rapporto in percentuale tra l'altezza della faccia e la larghezza della faccia. L'altezza totale della faccia è data dalla distanza nasion-gnazion, la larghezza è data dal diametro bizigomatico (distanza tra i due zighion). Indice facciale totale= altezza faccia x 100/larghezza faccia. In base ai valori dell'indice facciale totale gli individui vengono raggruppati in tre classi:

 

Classe Uomo Donna
Euriprosopia valore inferiore a

 84

 81

Mesoprosopia valore compreso tra

 84 e 87,9 

72 e 76,9

Leptoprosopia valore superiore a

88 

85

Tab. 5 - CLASSIFICAZIONE INDICE FACCIALE-TOTALE


Indice facciale superiore

L’indice facciale superiore si ottiene moltiplicando l'altezza superiore della faccia per 100 e dividendo per il diametro bizigomatico. L'altezza superiore della faccia è data dalla distanza nasion-prostion; il diametro bizigomatico è dato dalla distanza tra i due zighion. Indice facciale superiore = altezza superiore faccia x 100/larghezza faccia. In base ai valori dell'indice facciale superiore gli individui vengono raggruppati in cinque classi:.

 

Classe Valori
Ipereurienia valore inferiore a 46,9
Eurienia valore compreso tra 47 e 47,9
Mesenia valore compreso tra 48 e 52,9
Leptenia valore compreso tra 53 e 56,9
Iperleptenia valore superiore a   57 

Tab. 6 - CLASSIFICAZIONE INDICE FACCIALE-SUPERIORE


Indice nasale

L’indice nasale si ottiene moltiplicando la larghezza del naso per 100 e dividendo per l'altezza del naso. L'altezza del naso è data dalla distanza nasion-subnasale; la larghezza del naso è data dalla massima distanza tra i due punti alari. Indice nasale = larghezza x 100/altezza naso. In base ai valori dell'indice nasale gli individui vengono raggruppati in cinque classi:.

 

Classe Valori
Iperleptorrinia valore inferiore a 54,9
Leptorrinia valore compreso tra 55 e 69,9
Mesorrinia valore compreso tra 70 e 84,9
Camerrinia valore compreso tra 85 e 99,9
Ipercamerrinia valore superiore a  99,9

Tab. 7 - CLASSIFICAZIONE INDICE nasale


Indice scelico

L’indice scelico si ottiene moltiplicando moltiplicando  l'altezza del busto per 100 e dividendo per la statura. L'altezza del busto è data dalla distanza vertico-ischiatica; la statura è data dalla  distanza che intrecorre dal vertex al piano di appoggio plantare. Indice scelico = altezza busto x 100/statura. In base ai valori dell'indice scelico gli individui vengono raggruppati in tre classi:.

 

Classe Uomo Donna
Macroscelia valore inferiore a

51,1

52,1

Mesatiscelia valore compreso tra

 51,1 e 53,0 

52,1 e 54

Brachiscelia valore superiore a

53,1

54,1

Tab. 8 - CLASSIFICAZIONE INDICE SCELICO


Indice orbitale

L’indice orbitale si ottiene moltiplicando l'altezza orbitale per 100 e dividendo per la larghezza dell'orbita. L'altezza dell'orbita è data dalla massima distanza tra i bordi superiore e inferiore dell'orbita; la larghezza orbitale è data dalla  distanza che intrecorre tra i punti maxillofrontale ed ectoconchion. Indice orbitale = altezza orbitale x 100/larghezza orbitale. In base ai valori dell'indice orbitale gli individui vengono raggruppati in tre classi:.

 

Classe Valori
Cameconchia valore inferiore a 76,0
Mesoconchia valore compreso tra 76,0 e 84,9
Ipsiconchia valore superiore a 84,9

Tab.9 - CLASSIFICAZIONE INDICE ORBITALE


 INDIETRO                                                                                                                                                                                                           AVANTI